Francia, Germania e Italia in ansia per lo stop del gasdotto Nord Stream 1? Ankara invece si mostra tranquilla e inizia la posa dei tubi sotto il mar Nero. Mentre il centro Europa si lecca le ferite in vista del 21 luglio (quando il gasdotto potrebbe non essere riacceso), nell’oriente fervono i lavori: è stata messa in acqua la prima sezione del gasdotto per trasportare le sue riserve di gas naturale di oltre 540 miliardi di metri cubi (bcm) dal Mar Nero e sbloccherà così la dipendenza estera della Turchia nel settore energetico.

La nave Castorone ha iniziato i lavori nella sezione domenica scorsa dopo che la sezione in acque basse della condotta era stata completata in precedenza. Secondo il ministro dell’Energia Fatih Dönmez, i lavori nel giacimento si svolgeranno sette giorni su sette senza soste. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.