Dopo il blocco dei mesi scorsi, gli Usa sono nuovamente pronti a dire sì al gasdotto Eastmed, una mega pipeline da Israele e a Melendugno. “Assicurando lo sfruttamento dei copiosi giacimenti che esistono nel Mediterraneo orientale, farebbe da anticamera ad una sorta di pax mediterranea visto che il tema dell’approvvigionamento e della sicurezza energetica accomuna Israele, Cipro, Grecia, Italia. Non intuirlo prima è stato un grande errore”. Lo ha detto il direttore di Mondogreco, Francesco De Palo, intervenendo alla trasmissione di Chiara Placenti su RadioInblu.

“Non penso che servisse la crisi bellica in Ucraina per certificare un’esigenza – ha osservato De Palo – : i gasdotti oggi sono diventati come le autostrade negli anni 60. Chi per primo li realizza, per primo ne può ricavare benefici. Osservo che il gasdotto Tap incide per il 10% del fabbisogno italiano di gas e che, se fosse stato realizzato prima, avrebbe potuto contribuire a far abbassare la bolletta di cittadini e imprese, senza dimenticare che è stato ideologicamnete avversato dalla stessa parte politica che oggi non ascolta l’intervento del presidente ucraino Zelensky nel Parlamento italiano. Ce n’è abbastanza per avanzare dubbi su come vengano gestiti alcuni dossier molto delicati”

E aggiunge: “L’Italia sconta un deficit in politica estera ormai da anni: nessuno ha dimenticato la vicenda dei Marò, o della crisi libica risolta con una iper presenza di Ankara che ha spodestato Roma dalle influenze su Tripoli, oppure delle nuove relazioni nei Balcani dove il nostro paese avrebbe tutte le carte in tavola per essere player centrale, lì dove Russia e Cina sono ben presenti da tempo. Sembra che si rincorrano sempre e solamente i fronti di crisi: il debito greco, il surplus tedesco, le risorse energetiche, la concorrenza sleale cinese, gli acquisti degli oligarchi. Tutte cose di cui si conosceva benissimo paternità e maternità: e invece ci svegliamo dal torpore oggi perché il caro bollette provocherà molti licenziamenti e perché bisognerà ridurre i consumi. E’questa la modenità che ci avevano prospettato? Andare indietro anziché avanti? Spegnere le luci anziché accenderne di più e per tutti?”

@mondogreco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.