gasdotto Eastmed

Di chi sono le responsabilità vere della crisi del gas in Ue? Ne ha parlato su Radio InBlu il direttore di Mondogreco, Francesco De Palo, intervistato da Chiara Placenti, mettendo l’accento sull’importanza del gasdotto Eastmed, che avrebbe dovuto collegare Israele e Italia passando da Grecia e Cipro.

Secondo De Palo l’Ue ha manifestato un’assenza di lungimiranza nel dossier energetico, che va ben al di là della crisi militare in Ucraina: “L’infrastrutturazione energetica ha subito i veti legati al gasdotto Tap, disegnato come un mostro inquinante ma che invece sta garantendo in tutta sicurezza il 10% del fabbisogno all’Italia. Non si comprende perché si sia verificato uno stop all’altro gasdotto strategico, l’Eastmed, che potrebbe condurre il copioso gas presente al largo di Egitto e Israele in Italia, passando da Cipro e Grecia. Sarebbe quella una ulteriore occasione di diversificazione energetica per il versante meridionale dell’Ue e garantirebbe alle imprese e alle famiglie di non scontarsi con tutte le conseguenze del caro gas, in un momento già complicatissimo, dove il caro-bollette sta azzoppando il mondo delle produzioni, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro”.

(Cliccare qui per l’intervista: minuto 8,20)

@mondogreco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.