C’è il via libera all’unità galleggiante di stoccaggio di gas naturale liquefatto che sarà installata al largo della costa di Alexandroupolis da parte di Gastrade. Quest’ultima verrà controllata congiuntamente da Gestore Nazionale del Sistema Gas SA (DESFA), da Asimina-Eleni Kopelouzou, da DEPA Emporias, dalla cipriota GasLog e dalla bulgara Bulgartransgaz EAD (BTG).

Si tratta di un passo normativo decisivo per la realizzazione dell’opera, strategica per la diversificazione dell’approvvigionamento energetico dell’Ue. DESFA come è noto opera, mantiene, gestisce e sviluppa il Sistema Nazionale del Gas Naturale della Grecia; mentre Kopelouzou è azionista fondatore di Gastrade.

Sarà importante, con tale via libera, non creare problemi di concorrenza con l’attuale normativa greca, comprese quelle relative ai prezzi praticati dai terminali GNL, alla fissazione degli obblighi di accesso ai terminali GNL e al sistema di trasporto DESFA.

Più in generale il FSRU di Alexandroupolis incrementerà le forniture di GNL proveniente dagli Stati Uniti per una macro area che comprende non solo la Grecia, ma anche la Bulgaria, la Macedonia del Nord e la Serbia, in un settore dove già opera l’oleodotto IGB, la centrale elettrica che rifornirà tutta l’Europa sudorientale e la Via Carpatia, una sorta di strada ideale dalla Grecia alla Lituania molto utile in chiave di truppe Nato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.