“La sicurezza della gente di mare e delle navi è una priorità assoluta”. Lo ha detto l’Associazione ellenica degli armatori (EEU), in occasione del Consiglio dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO). Su iniziativa della Grecia e di altri Stati membri, è stata avanzata la proposra di creare con urgenza un corridoio marittimo che consenta l’allontanamento in sicurezza dei marittimi e delle navi dalle zone ad alto rischio del Mar Nero e del Mar d’Azov.

La presidente dell’Ue, Melina Travlou, nell’esprimere come prima cosa la solidarietà alle persone che vengono messe alla prova in queste settimane in Ucraina, osserva che la navigazione è un fattore chiave nel commercio internazionale, garantendo la fornitura di beni di base come prodotti agricoli, materie prime ed energia nell’Unione Europea e nel mondo. 

“In quanto potenza navale globale, siamo pronti a fare del nostro meglio, sia a livello nazionale che internazionale, per garantire la protezione delle navi e di tutto il loro equipaggio. La creazione di rotte marittime sicure per rimuovere le navi dalla zona è una delle prime misure necessarie da adottare. In questo contesto, siamo pienamente coordinati con la decisione della Sessione Straordinaria del Consiglio IMO e ne sosteniamo pienamente la sua immediata attuazione”.

(Foto: Flickr)

@mondogreco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.